Specchio bagno

in Strutture ricettive
Specchio bagno

Specchio, moltiplicatore di luce e spazio o semplice elemento decorativo, lo specchio va scelto con cura.

Nelle stanze da bagno di un hotel gli specchi spesso pagano la dimensione ridotta e il maggior uso che si fa dell'ambiente da parte degli ospiti. Ma oggi, nella grande varietà di forme e materiali, la tecnologia offre un aiuto prezioso per l'albergatore.

Lo specchio del bagno è il primo e l'ultimo contatto della giornata con il nostro aspetto, al mattino appena svegli e la sera prima di andare a dormire. In un ambiente ristretto come spesso è quello dei bagni delle stanze d'albergo, uno specchio grande è una soluzione molto comune per aumentare la metratura percepita dall'ospite, complice un'illuminazione intelligente e la giusta inquadratura della porta d'ingresso: luce e spazio sono infatti moltiplicati dalle superfici riflettenti. E anche se non c'è quest'esigenza, lo specchio rimane uno degli elementi del bagno dal design più marcato, capace di dare un tono all'ambiente e di richiamare dettagli decorativi personali.

Lo specchio sul lavabo non dev'essere più largo del mobile sottolavabo, per ragioni di estetica, e di norma l'altezza del bordo superiore è nell'ordine dei due metri o poco più; il bordo inferiore può essere appoggiato direttamente sul top o avere una distanza massima di dieci centimetri. L'estensione totale può interessare l'intera parete, ma va ricordato che la dimensione dello specchio del bagno dipende soprattutto dalla presenza o meno nella camera di uno specchio a figura intera, assolutamente indispensabile per gli ospiti.

La forma giusta

Forma e dimensione sono le due variabili fondamentali. Uno specchio ovale dà un carattere più morbido e femminile all'ambiente, specie se con una sottile cornice dorata o in legno colorato, mentre uno specchio quadrato dona un tocco moderno e si accompagna bene con mobili e finiture di metallo o con i sanitari a linee rette, sempre più di moda dopo anni di incontrastato dominio del curvilineo.

Per le camere molto caratterizzate si può poi optare per forme particolari o, specialmente in un agriturismo o albergo più rustico, una grande cornice dipinta. Grande freschezza e modernità è data dagli specchi a sospensione e da quelli asimmetrici, mentre lo specchio con contenitore (o ancora meglio con cornice-contenitore), pur non essendo esattamente il massimo in quanto a stile ed eleganza, può rappresentare un buon compromesso in quegli alberghi dove lo spazio in bagno è ridotto.

Gli accessori

In un hotel è necessario considerare che il maggior numero possibile di comodità dev'essere concentrato in un'area minima, e che specialmente la clientela femminile si aspetta le stesse possibilità di casa propria. Ecco quindi che salgono alla ribalta quegli specchi di minore dimensione che accompagnano il corpo principale, come gli ingranditori per il trucco e gli estensibili, monofacciali o bifacciali, e che devono essere presenti. Fondamentale poi è dare la giusta importanza all'illuminazione, con una luce integrata nello specchio o posta immediatamente sopra; in particolar modo i faretti si prestano a coniugare luminosità e funzionalità, ma nei bagni più grandi è necessario abbinarli a una luce da soffitto. Se infine si opta per la più classica lampada da specchio, è necessario posizionarla in modo che la fonte di luce sia anteriore o laterale, mai dall'alto, per evitare di creare zone d'ombra.

Stop alla condensa

Uno degli svantaggi più noti nei bagni degli alberghi, considerato che l'ambiente viene vissuto più intensamente del normale e da più persone, è la condensa che dopo la doccia o un bagno caldo si forma sullo specchio, rendendolo inutilizzabile e costringendo a improbabili operazioni di pulizia improvvisata. Gli specchi elettrici, o mirror defogger, vengono incontro a questa esigenza: applicando una speciale pellicola adesiva sul retro dello specchio e con il contatto elettrico necessario (in parallelo alla luce dello specchio od alla ventola), l'area prescelta rimarrà sempre nitida e senza appannature grazie alla piccola quantità di calore emanata dall'apparecchio. È anche possibile sistemare il defogger in modo che la parte nitida abbia una forma specifica, molto spesso ovale, per creare un elegante effetto di "specchio nello specchio".

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874