Lavandino

in Strutture ricettive
Lavandino hotel

Il lavandino, dall'incasso all'appoggio, la zona più frequentata del bagno presenta non poche novità.

Fra tutti i sanitari, il lavandino o lavabo è quello su cui più si scatenano le fantasie e la creatività del designer. Dimenticate gli elementi solo ovali o rotondi e in ceramica: oggi trionfano le linee squadrate, le forme asimmetriche e i materiali più disparati.

La zona del lavandino è una di quelle più frequentate del bagno. Oltre alle consuete abluzioni del mattino e della sera, non capita infatti di rado che il cliente dell'albergo torni in camera per una breve rinfrescata, una pettinata, un'occhiata allo specchio: tutte operazioni che si fanno di solito di fronte al lavandino.

Fra tutti i sanitari, inoltre, il lavabo è forse quello che più può mostrare la sensibilità dell'albergatore al design ricercato e negli ultimi tempi sempre più audace: dalla classica vasca in ceramica bianca incassata si è passati al lavabo sospeso e a quello d'appoggio, magari a richiamare la forma classica della bacinella, ma in materiali d'eccellenza italiana come la pietra di Vicenza o il marmo; o ancora, leggeri e delicati come un grande piatto da portata finemente decorato, doppi e appoggiati su un piano di elegante legno scuro. Insomma, molto più che per un wc o una doccia, ce n'è per tutti i gusti, soprattutto ora che i sanitari hanno visto una trasformazione del loro ruolo da commodity date per scontate e necessarie in qualsiasi stanza d'albergo a oggetti belli da vedere e da usare. Il tutto, naturalmente, senza trascurare il ruolo principale, quello igienico.

La forma del lavabo

Un tempo le vasche ovali o tondeggianti, incassate nell'apposito mobiletto, erano le due uniche alternative per il lavandino, ma oggi tutto questo è cambiato, complice l'affermazione dei lavabi d'appoggio e la progressiva separazione del sanitario dal resto del bagno. Per gli alberghi moderni oggi è vivamente consigliato puntare sul parallepipedo e, più in genere, sulle forme squadrate: caratterizzano fortemente il bagno con il loro design e comunicano un'impressione di elegante essenzialità. Fra i lavabi d'appoggio spiccano quelli cilindrici e semisferici, ma anche asimmetrici o semplicemente scavati all'interno del piano d'appoggio. E se nel bagno c'è poco spazio? Si può valutare l'idea del lavandino angolare.

I materiali: ceramica, marmo, pietre preziose...

In fatto di lavandini per il bagno, per anni l'ha fatta da padrone la ceramica vetro-china bianca. I motivi sono ovvi: la grande facilità nel pulirla e l'inattaccabilità dagli acidi, il che la rendi ideale negli alberghi dove è necessario ridurre al minimo i tempi per la pulizia della camera. Ma la ceramica non è l'unica alternativa, e sempre più hotel che vogliono distinguersi oggi prendono in considerazione la pietra naturale, il marmo e il granito. Va detto subito che il prezzo qui si innalza non di poco, sia per il costo grezzo del materiale che per i trattamenti necessari, ed è una scelta rivolta soprattutto agli esercizi di lusso. Ma chi vuole proprio esagerare non arretrerà, per le proprie suite, nemmeno di fronte all'ipotesi di lavabi in pietre semipreziose come l'onice o l'ametista.

Le soluzioni più comuni

Tornando a soluzioni più comuni e alla portata di tutti, l'acciaio inox è perfetto per un albergo moderno ed essenziale, insieme al vetro (questo, però, raro e purtroppo destinato a sporcarsi molto in fretta), mentre bronzo, rame e ottone possono dire la loro negli agriturismi e negli alberghi in stile rustico. Infine ci sono i sintetici come l'onnipresente Cristalplant, il korakril, il corian, l'acrilico e le resine minerali, sovente poco costosi e facilmente modellabili. Un'ultima scelta… particolare? Il polietilene: leggerissimo, offre la possibilità di sistemare una fonte di luce, anche colorata, all'interno dello stesso lavabo per un effetto davvero sorprendente. Ma attenzione: è un materiale molto delicato e necessita della corretta manutenzione!

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874