Camere d'hotel

in Strutture ricettive
Camera d'hotel

L'arredamento delle camere d'albergo, come scegliere i mobili giusti per la massima soddisfazione dei propri ospiti.

A ogni viaggiatore e turista la giusta camera: non tutti i clienti hanno le stesse esigenze, e la scelta di un arredamento elegante e confortevole è da non sottovalutare per lasciare un buon ricordo. Classico o moderno, l'importante è che sia di gusto.

Scegliere i mobili giusti per le proprie stanze è una delle prime preoccupazioni che l'albergatore deve porsi per garantire ai propri ospiti un soggiorno confortevole e che invogli il viaggiatore o il turista a tornare. Troppo spesso, infatti, ci si concentra sui servizi cosiddetti "da stella" - che siano televisori all'ultimo grido con antenna satellitare, minibar forniti di decine di bottigliette di liquori vari, aria condizionata - riservando poca attenzione alla scelta dei mobili, sovente asettici, impersonali e che hanno l'unico effetto di rendere la stanza più fredda e meno accogliente.

Una scelta oculata dell'arredamento invece assottiglia la sensazione di estraneità che il viaggiatore può provare da casa sua, rilassandolo; in altri casi la cura dei dettagli potrà comunicargli un'idea di lusso ed esclusività. Naturalmente sarà sempre necessario tenere a mente le categorie a cui si rivolge l'ospitalità dell'hotel: il cinque stelle d'élite, la pensioncina in riva al mare, lo chalet di montagna e l'hotel storico nella città d'arte punteranno a personalizzazioni molto diverse, ma l'imperativo di dedicare ai mobili la massima cura rimane comunque essenziale per tutti.

Quello che non può mancare

In una stanza d'albergo, per definizione, si pernotta: è quindi evidente che la prima priorità sia il letto, vero e proprio centro della camera e su cui invariabilmente si concentrerà il primo sguardo dell'ospite. A parte le ovvie considerazioni su quanto sia importante assicurare il massimo comfort,  è indispensabile scegliere una giusta testiera e i tessuti più adatti, in coordinato con tappezzeria e tende.

Subito dopo viene l'armadio, il primo mobile con il quale l'ospite viene a contatto per mettere in ordine i vestiti; capiente il più possibile, deve avere la giusta quantità di cassetti per permettere un'ordinata ripartizione degli indumenti. I comodini abbiano la giusta altezza e non siano tanto striminziti da poter ospitare solo l'abat-jour.

Completano la categoria dell'immancabile uno specchio di una certa estensione e scrivania o tavolino con sedia: più spesso di quanto non si pensi il turista apprezza una superficie per scrivere o consultare guide, senza contare chi, nei viaggi di lavoro, ne ha assolutamente bisogno per i documenti o il computer portatile.

Il tocco in più

Una delle prime regole da ricordare per chi vuole rendere uniche le camere del proprio albergo è quello di non strafare. Il rischio del soprammobile di troppo, del quadro non esattamente degno di una mostra d'arte a campeggiare sopra il letto, delle troppe sedie che non fanno altro che ingombrare, è sempre in agguato.

Estetica e praticità devono essere le linee guida da seguire, cercando sempre di rimanere in armonia con i canoni estetici dell'intero albergo. Il primo impatto è fondamentale: una camera troppo carica è sgradevole all'occhio quanto una del tutto spartana. L'ospite apprezza particolarmente il mobile per il sostegno della valigia, il divano o le poltrone, la libreria, magari già con qualche pubblicazione sulla città a disposizione.

Classico o moderno?

Comfort ed eleganza sono i due obiettivi congiunti a cui devono puntare le camere classiche e quelle moderne, ma diverse sono le modalità per raggiungerli.

Le prime sono indicate agli hotel a lungo pernottamento, tipici delle località di villeggiatura, dove l'ospite spesso si trattiene anche più della singola notte: qui è irrinunciabile un bel tappeto, magari su pavimento in legno (materiale che la fa da padrone anche nel mobilio), tende anche più pesanti del normale, un letto il più confortevole possibile; per le camere moderne, invece, predilette dal turismo congressuale, elementi a maggiore luminosità, impiego ampio del laccato e della pelle per creare un sapiente gioco di contrasti saranno gli ingredienti giusti per conquistare il cliente.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874