Pescheria

in Settore alimentare
Pescheria

Pescheria, il regno del fresco sempre più ibridi dove poter consumare il pesce del giorno.

Nuove soluzioni per dare un tocco moderno a un esercizio amatissimo e sempre più in auge, la pescheria. Tutto l'arredamento deve essere orientato a trasmettere ai clienti la freschezza del pescato, con stile.

L'avvento della cultura dello "slow food", unita a un'attenzione sempre più viva per una nutrizione sana, gustosa e corretta, ha riportato in auge tutta una serie di esercizi gastronomici tradizionali, specie sul territorio italiano. Uno di questi è la pescheria, storicamente immancabile nelle città di mare ma oggi sempre più diffusa anche nei centri dell'interno.

Il pesce ed i crostacei infatti hanno attraversato una vera riscoperta nella cucina d'alta classe ma anche in quella di tutti i giorni. Qui il cammino da fare dal punto di vista dell'arredamento è ancora lungo: la tradizione, infatti, oltre al gusto e alla sapienza delle preparazioni, impone anche spesso un look un po' "conservatore", disadorno, dove non è importante offrire un'ambiente confortevole perché la freschezza dei propri prodotti dovrebbe essere sufficiente a garantire la fedeltà della clientela. In realtà non è così: per superare la concorrenza è necessario puntare sull'estetica e offrire un tipo di esercizio più elegante del passato, una vera gastronomia del mare.

Tutto lavabile

L'imperativo numero uno per il pesce è la freschezza. Più che in qualsiasi altro genere alimentare, qui è fondamentale che il prodotto sia pescato da pochissimo e questo possa risaltare dal profumo, dalla compattezza delle carni, dall'occhio brillante e non opaco. Il compito dell'arredamento è esaltare la genuinità con materiali che ispirino subito una sensazione di pulizia: vetro e soprattutto metallo, come l'acciaio stainless, quasi obbligatorio per la sua proprietà di non macchiarsi mai: tutto deve essere comunque molto facile da lavare e igienizzare, perciò superfici il più possibile lisce e che possano sopportare un lavaggio costante, anche per quanto riguarda i pavimenti.

Mostrare il mare

Se il protagonista è il pesce, bisogna esporlo nel modo migliore. Il classico bancone sta venendo via via soppiantato dalle tavolate "miste", in cui si cerca di ricreare il look del mercato, ma d'alta classe: grandi pannelli di laminato resistente agli agenti chimici o altri materiali più caldi del metallo dove le diverse razze sono separate da semplicissimi divisori. L'effetto da vera "porzione di mare" è garantito. Per i crostacei l'elemento decorativo più indicato è il ghiaccio in grandi mucchi, e se proprio si vuole esagerare si possono alternare bottiglie di champagne per ispirare subito l'accostamento.

La gastronomia ittica

Il "look" tradizionale della pescheria, all'occhio del sofisticato cliente moderno, è sovente per così dire un po' troppo "rustico"; per rimanere al passo coi tempi ed espandere il proprio appeal è oggi il momento di osare qualcosa di più, uscendo dallo stereotipo del negozio tutto incentrato sui grandi espositori e tappezzato di semplici piastrelle e allestendo invece uno spazio dove lo stile non viene più tralasciato. Una boutique del pesce, dove ogni cattivo odore è stroncato sul nascere da un'apposita areazione e dove fanno la loro comparsa anche mobili in legno wengè, magari piccoli tavoli su cui poter consumare in loco le specialità cucinate dagli chef del negozio.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874