Tovaglie e tessuti

in Ristorazione
Tovaglia ristorante

Tovaglie e tessuti, pizzo o "runners"? Ce n'è per tutti i gusti.

Il tessuto italiano è una garanzia, e con il giusto abbinamento può vestire il proprio ristorante. Non c'è solo la classica tovaglia di Fiandra, ma tante diverse soluzioni per arredare con gusto, senza tralasciare la funzione di tutto rispetto ricoperta da tappeti e arazzi.

La qualità dei tessuti italiani è rinomata e apprezzata in tutto il mondo. In una sala ristorante, tra tovaglie, tovaglioli, rivestimenti delle sedie, tende e altri elementi d'arredo si possono apprezzare e toccare con mano le diverse tipologie di prodotto. Anche qui la grande varietà è l'arma in più del ristoratore, che una volta stabilito il suo budget può scegliere liberamente il tipo di tessuto, il colore per riprendere il resto dell'arredamento, valutare il rapporto qualità/prezzo e le modalità di lavaggio.

Contando anche le salette d'attesa, è immediatamente evidente l'area che viene occupata dai tessuti in un ristorante e, di conseguenza, il suo ruolo cruciale nel definire la personalità del proprio locale. Scegliete con cura i colori: al massimo due che facciano pendant con il resto delle vostre sale, ricordando che il chiaro si sposa bene col legno scuro mentre colori più sgargianti sono più adatti per mobili di legno chiaro. Per il rustico sono consigliabili le tinte naturali, atrimenti rosso e giallo sono le tonalità tradizionali nei luoghi deputati al cibo, ma se si vuole creare un "effetto salotto" è meglio puntare sulle tinte pastello, ricordando che raramente si può superare l'eleganza di un bel pizzo bianco.

La tovaglia

Cotone e lino - magari di Fiandra - sono i materiali classici impiegati nella confezione delle tovaglie. Tante sono le tipologie, dalla tradizionale tovaglia che copre tutto il tavolo, di gran lunga la più comune, costosa ed elegante, alle piccole tovagliette all'americana, ideali invece per bar e locali dove consumare un pranzo veloce e che sono molto rapide da pulire. Di particolare moda per i ristoranti moderni, negli ultimi tempi, le cosiddette "runner", lunghe strisce di stoffa di vario colore per due persone (l'una di fronte all'altra) che creano effetti di raffinato design in abbinamento con tavoli dalle linee sobrie che si vuole esibire alla vista del cliente, favorendo una sensazione di essenzialità e arredo.

Le tende

Le tende in un ristorante sono un elemento di forse personalità: per questo, possono dare risalto all'ambiente oppure soffocarlo, se non sono adatte. La loro funzione primaria è quella di garantire la privacy dei propri clienti, smorzare la luce proveniente dall'esterno e fare da vera e propria "barriera" ovattata tra il fuori e il dentro del locale. I modelli sono tanti (a pacchetto, con bastoni, con binari, arricciate, a palloncino, a pannelli) e sono adatti a specifici tipi di finestra. La stoffa pesante in un ristorante è indicata specialmente se si è in una zona di forte traffico, e non va sottovalutato il ruolo che le tende possono ricoprire per la protezione dal caldo. L'importante è, come sempre, che lo stile sia intonato col resto della sala.

I tessuti per le pareti e il pavimento

Tra gli altri tessuti d'arredamento che si possono trovare nel ristorante spiccano i tappeti: danno un tono confortevole e rilassante all'ambiente, arredandolo con ricercatezza, ma sono di norma piuttosto costosi (specie se si opta per i classici orientali, persiani, caucasici, armeni e via discorrendo, belli quanto cari e resistenti) e in un ristorante hanno il grande svantaggio della vulnerabilità allo sporco, per cui è meglio limitarli alle zone d'attesa o comunque lontano dai tavoli per evitare conti astronomici in tintoria. I tessuti possono essere inoltre utilizzati per separare diverse zone dando privacy alla propria clientela o per decorare le pareti, come nel caso degli arazzi, ma occhio a non eccedere nell'effetto barocco e ridondante.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874