Rosticceria

in Ristorazione
Rosticceria

La rosticceria e il negozio di prodotti tipici, un ambiente classico e accogliente, magari con uno spazio previsto per la ristorazione.

La gastronomia è un biglietto da visita del Belpaese apprezzato in tutto il mondo. Accanto alle rosticcerie storiche spuntano come funghi esercizi che raccolgono il meglio della produzione locale coniugando la tradizione con la nuova educazione al gusto.

Una delle eccellenze italiane più note è senz’altro quella del gusto. I manicaretti dello Stivale variano a seconda del territorio ma mantengono uno standard altissimo di qualità e l’eccellenza delle materie prime utilizzate, guadagnandosi riconoscimenti in tutto il mondo.

Due esercizi che puntano su queste caratteristiche sono la classica rosticceria e il più recente negozio di prodotti tipici, una tipologia che si è venuta affermando con la riscoperta dei prodotti dop, il boom del vino e il progressivo aumento della preparazione nel cliente medio, che non accetta più una generica specialità del posto ma desidera un’ampia scelta ed è in grado di comparare le diverse offerte.

La rosticceria, dal canto suo, offre la possibilità di acquistare piatti già pronti, spesso tanto elaborati da scoraggiare la preparazione casalinga, e rappresenta una soluzione ideale per una cena speciale o per le feste. Spesso queste due tipologie si fondono tra loro e sono in continuo aumento i negozi di prodotti tipici dove è possibile degustare in loco e acquistare delizie già pronte.

Il bancone e non solo

L’arredamento dei negozi di gastronomia è volto all’esaltazione del cibo che viene offerto, mai anonimo, ma frutto di una preparazione amorevole e accorta. La rosticceria classica è incentrata soprattutto sul suo bancone, il più possibile lungo e articolato, con un’ampia vetrina di esposizione a più scaffali per mettere in mostra un vero paradiso di gusti, profumi e colori differenti. Il negozio di prodotti tipici, invece, ha una disposizione della merce più sviluppata lungo le pareti, che sovente traboccano letteralmente di scaffali; anche qui il più delle volte è presente un bancone con vetrina per i prodotti più freschi come salumi e formaggi.

Tra classico e moderno

I negozi di gastronomia privilegiano un arredamento classico; quando si parla di cibo, la grande tradizione culinaria italiana viene meglio esaltata quando la si sottolinea con mobili di gusto e stile solido, magari più orientato al rustico se si vuole suggerire la genuinità dei prodotti, arrivati direttamente dalla campagna; questo è maggiormente vero per i negozi di prodotti tipici, mentre le rosticcerie spesso privilegiano uno stile più elegante, soprattutto se sono storiche, e in altri casi più moderno, specie quando le proprie preparazioni sono particolari e contano sull’abilità dello chef. Il legno, comunque, la fa da padrone.

Consumare sul posto

Sia le rosticcerie che i negozi di prodotti tipici stanno andando incontro a processi di ibridazione che li trasformano in punti di ristoro, caratterizzati da una spesa leggermente superiore ai più classici bar ma a fronte di una qualità molto superiore di quanto viene consumato: dal panino con il prosciutto di cinta senese alla degustazione di formaggi e marmellate del territorio, il buongustaio apprezza sempre di più consumare in loco almeno una parte di quanto acquistato. Punti bonus, quindi, per l’esercizio che riesce a dedicare una parte del proprio spazio a qualche tavolo rustico con sedie per un vero “angolo ristorazione”.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874