La scuola del legno, per il rilancio

in News
Progetto scuola del legno FederLegnoArredo e ASLAM

Formazione per le sfide del mercato globalizzato.

Il nuovo Polo Formativo realizzato da FederLegnoArredo e ASLAM (Associazione Scuole Lavoro Alto Milanese) propone dal 2013 una scuola per formare addetti competenti e capaci nel settore dell'arredamento.

Da tanti anni il distretto brianzolo del legno-arredo è uno dei più estesi e più importanti d'Italia, e non solo nel settore dell'arredamento. Da Cantù ad Arosia, da Cabiate a Inverigo, da Lissone al Meratese fino a Lentate sul Seveso, la capacità di queste zone di creare prodotti esclusivi, veri simboli del made in Italy nel mondo, è proverbiale: ma anche qui la crisi ha colpito duro, trascinando molte piccole imprese in serie difficoltà economiche e mettendo un'ipoteca sul futuro del settore. In più a questa situazione va aggiunta la scarsa diffusione dei mestieri tipici dell'artigianato del legno, dai falegnami ai verniciatori, dai montatori agli altri tipi di operai specializzati, tra i giovani. Eppure l'appeal dei complementi italiani in legno, soprattutto nel crescente settore del contract, è sempre molto alto in tutto il mondo. È per questo che proprio a Lentate sul Seveso nel 2013 sarà inaugurata, con un'iniziativa senza precedenti, il nuovo "Polo formativo dei mestieri del Legno Arredo".

L'importanza della formazione

In un momento di crisi e disoccupazione diffusa, con la precarietà che minaccia le sorti di tanti giovani che si affacciano solo ora sul mondo del lavoro, la formazione assume un valore di assoluto rilievo. Ed è inevitabile che aziende che della qualità hanno fatto il proprio marchio e la propria bandiera, al momento di assumere, privilegino che mostri la conoscenza e le competenze necessarie per dare un apporto qualitativamente ineccepibile ai prodotti: per questo molti giovanissimi non riescono a trovare lavoro nel settore, dove più che la giovane età conta soprattutto la capacità e l'esperienza.

Una nuova qualifica

Il Polo Formativo, realizzato da FederLegnoArredo e ASLAM (Associazione Scuole Lavoro Alto Milanese), proporrà dunque una scuola biennale di Istruzione Tecnica Superiore post-diploma, con durata minima di duemila ore; al termine del percorso, gli studenti potranno fregiarsi della nuova qualifica di Tecnico-commerciale del legno arredo.

In Italia purtroppo non esiste una formazione, tantomeno alta, per questo settore, che sempre più si trova a dover trattare con un mercato globalizzato dove anche l'aggiornamento delle competenze è un must che non ci si può permettere di trascurare: per questo l'iniziativa ha suscitato il plauso di tutti.

Cambio di prospettiva

Il tessuto produttivo in Brianza è di circa ottomila aziende, che da sempre lamentano la mancanza di addetti del settore veraente preparati. Anche per guardare al contract e al mondo: secondo le parole dell'imprenditore di Mariano Comense Alessandro Besana, in Italia c'è solo l'1% dei cinquanta miliardi di euro del settore del contract planetario, anche se sono tantissimi quelli che si ispirano ai mobili italiani per le commesse negli hotel in ogni angolo dei cinque continenti: il sessanta per cento. Insomma, il made in Italy continua a tenere soprattutto nell'arredo ma c'è bisogno di un cambio di prospettiva.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874