Libreria

in Esercizi commerciali
Libreria

Libreria, un ambiente compreso tra negozio e biblioteca, discrezione e tranquillità sono l'obiettivo da perseguire.

Non si va in libreria solo per l'acquisto, ma anche per trascorrere un po' di tempo a tu per tu con la cultura, sfogliando con calma i libri che poi si compreranno. Stile classico e look "intellettuale" sono uno standard, ma le nuove soluzioni ibride prevedono anche dei veri salotti.

Gli italiani, si sa, non sono un popolo di lettori accaniti, ma anche da noi è comunque difficile pensare a un esercizio che abbia lo stesso prestigio di una libreria. Il libro è parte imprescindibile della nostra cultura, mezzo per eccellenza di trasmissione del sapere, e la straordinaria varietà e versatilità dei suoi titoli lo rendono un prodotto atipico, ma comunque indispensabile per la crescita personale.

La libreria, nella scelta dell'arredo, fa ricorso prevalentemente a uno stile classico; di per sé il libro è un oggetto di antica tradizione, un po' alieno alle logiche odierne che vedono il dominio dell'elettronica e del digitale, e quando si entra in una libreria il cliente deve subito rendersi conto di trovarsi in un ambiente colto e tranquillo. Non è raro cercare di realizzare aree insonorizzate, specie se la zona in cui si trova la libreria è un po' affollata, così da favorire lo "stacco" con il mondo esterno. L'ambiente è raffinato, le tinte neutre e discrete, la moquette aiuta a creare un effetto di riservatezza.

Le scelte di arredamento variano naturalmente in base alla dimensione del locale: si va dalla piccola libreria dove è cruciale il rapporto tra il gestore e il cliente al mega-store su più piani dove si trova un po' di tutto. L'importante è che la fruizione sia intuitiva e il cliente possa trovare con facilità quello che cerca.

Scaffali ed espositori modulari

Il mobile più importante in questo tipo di esercizio è proprio la libreria, intesa come espositore ed elemento di contenimento della merce venduta, e cioè il libro. Gran parte della definizione dello stile viene affidato ad essa e alle sue composizioni: la modularità è infatti un must, considerando che ampi spazi e quasi tutte le pareti ne verranno letteramente ricoperti. Si può scegliere tra uno stile sobrio ed essenziale e altri più elaborati (specialmente per i libri d'arte, di dimensioni non standard), l'importante è che le scaffalature vengano decise con un certo anticipo, sapendo già cosa ospiteranno: lo spazio richiesto da un tascabile non è ovviamente quello di un volume di grande formato. Per i libri con le copertine più gradevoli esteticamente, per le collane o ancora per una serie di libri di uno stesso autore di moda, sono consigliati i tavoli dove esporre i prodotti a faccia in su.

Spazi per il relax

I tempi, in una libreria, sono dilatati: non ci si limita a entrare, scegliere, pagare e andare via nel giro di pochi minuti. Al contrario, le proprie decisioni su cosa leggere vanno spesso ponderate. Per questo motivo uno dei servizi più apprezzati sono proprio quegli "angoli lettura" che permettono, in un ambiente tranquillo e senza distrazioni esterne, di ritagliarsi un po' di tempo al di fuori dalla frenesia quotidiana. La libreria diventa così un rifugio appartato dove trascorrere momenti di relax in compagnia di un buon libro e perché no, anche di qualcosa da bere. Per questo tipo di soluzione vanno selezionati grandi tavoli e poltrone comode; le luci non devono stancare gli occhi durante la lettura ed è ancora meglio se si riesce a insonorizzare l'ambiente, anche solo parzialmente.

Particolari di design

Se la libreria, invece di essere generalista, è a tema, l'arredamento varia di pari passo; con un po' di gusto - posto che la divisione in zone deve essere fatta con criterio - lo stesso negozio può avere più ambienti diversi a seconda dell'argomento dei libri che ospitano. Quando la specialità è l'arte e l'architettura, gli espositori si "staccano" dalle pareti e vengono realizzati in materiali e toni diversi dal solito (plastica e vetro); i libri di cucina richiamano arredi più vivaci e colorati, per il cinema l'accostamento inconscio è con il bianco e nero, eccetera. Un grande classico rimangono le citazioni da opere celebri in poster o direttamente sulle pareti, per creare una vera immersione nel mondo della lettura.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874